Nel corso dell’esercizio 2016, il ruolo di Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari (il “Dirigente Preposto”) è attribuito al Dott. Carlo Gainelli, Responsabile Group Accounting and Administration, confermato in tale carica dal Consiglio di Amministrazione dell’ 8 giugno 2016, previo parere del Collegio Sindacale, fino alla scadenza del Consiglio di Amministrazione attualmente in carica.

Nel rispetto di quanto previsto dall’art. 26 dello Statuto, il Dirigente Preposto è esperto in materia di amministrazione, finanza e controllo e possiede i requisiti di onorabilità prescritti dalla normativa vigente per gli Amministratori. Ai sensi del DPCM 25 maggio 2012 non riveste alcuna carica nell’organo amministrativo o di controllo né alcun incarico dirigenziale in Eni S.p.A. e sue controllate, né intrattiene alcun rapporto, diretto o indiretto, di natura professionale o patrimoniale con tali società. 

Il Dirigente Preposto predispone adeguate procedure amministrative e contabili per la formazione del bilancio d’esercizio e del bilancio consolidato nonché di ogni altra comunicazione di carattere finanziario. 

Gli atti e le comunicazioni della Società diffusi al mercato e relativi all’informativa contabile anche infra annuale devono essere accompagnati da una dichiarazione scritta del Dirigente Preposto, con la quale lo stesso attesti la corrispondenza alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili. 

Al fine di agevolare i flussi informativi, il Dirigente Preposto ha la facoltà di partecipare alle riunioni del Consiglio di Amministrazione, con riferimento ai temi inerenti la materia contabile. 

Il Dirigente Preposto predispone un reporting periodico in ordine alla pianificazione dell’attività da svolgere ed in merito agli esiti dei controlli effettuati che viene messo a disposizione del Consiglio di Amministrazione. 

Il Dirigente Preposto attiva un canale informativo diretto e reciproco con il Collegio Sindacale organizzando riunioni periodiche per l’esame di rilevanti problematiche di carattere amministrativo e per l’esame degli esiti e delle risultanze del lavoro svolto, nonché con l’Organismo di Vigilanza trasmettendo a questo una reportistica periodica sugli esiti dei controlli effettuati quando essi hanno attinenza con la specifica area di responsabilità dell’Organismo di Vigilanza.