Si ricorda che il D.Lgs. 27 gennaio 2010 n. 11 che ha recepito nel nostro ordinamento la direttiva europea 2007/64/CE istituendo, tra l’altro, l’adozione dell’ IBAN quale unico identificativo per l’esecuzione dei bonifici; a seguito di tale modifica gli istituti bancari si limitano a verificare che il codice IBAN sia esistente e formalmente corretto, non verificando più la corrispondenza tra il beneficiario del pagamento e il titolare del conto cui l’IBAN si riferisce. 

Ai fini della comunicazione della variazione dell’IBAN della banca preferenziale e/o di eventuali canalizzazioni, le comunicazioni dovranno avvenire per i fornitori italiani esclusivamente tramite PEC ufficiale della società alla casella di posta elettronica certificata VERIFICHE.FC@PEC.FINCANTIERI.IT, mentre per quanto riguarda i fornitori esteri le richieste dovranno essere indirizzate esclusivamente alla casella di posta VERIFICHE.FC@FINCANTIERI.IT. Le richieste saranno ritenute valide dalla nostra Società esclusivamente se redatte su carta intestata, sottoscritta in originale dal legale rappresentante della società (preferibilmente con firma digitale), con l’indicazione, a mezzo timbro o in formato testo, del nome, cognome e carica del legale rappresentante firmatario documentata con visura camerale della società (o certificato di registrazione della società, per i fornitori non italiani); andrà inoltre allegata una copia del documento d'identità personale del firmatario della richiesta (legale rappresentante).