TUTELA DELL'AMBIENTE

Fincantieri fa propri, nelle scelte strategiche e nei processi aziendali, i principi di sostenibilità ambientale, quali la riduzione dei consumi, la corretta gestione dei rifiuti e la sensibilizzazione delle risorse umane alla tutela dell'ambiente.

 

Questa cultura aziendale, condivisa a tutti i livelli, si è concretizzata in iniziative e risultati tangibili, nel rispetto delle leggi vigenti e con la consapevolezza di dover puntare sempre a standard più elevati.

 

Nel 2017 si è concluso l'iter amministrativo che ha portato al rilascio, per lo stabilimento di Monfalcone, dell'Autorizzazione Integrata Ambientale da parte della Regione Friuli Venezia Giulia. Si tratta del primo provvedimento con queste caratteristiche in ambito aziendale, a tangibile conferma della sensibilità nei riguardi del territorio e della trasparenza nella gestione del processo produttivo. L'AIA impone infatti dettagliati piani di monitoraggio e misure utili a conseguire un livello elevato di protezione dell'ambiente nel suo complesso.

 

La certificazione di conformità ambientale nel rispetto della norma ISO 14001 copre quasi la totalità delle unità produttive italiane.

 

Il sito americano di Marinette ha ottenuto nel 2017 la certificazione del proprio sistema di gestione ambientale, in conformità ai requisiti previsti dalla norma UNI EN ISO 14001.

 

Nell'ambito di VARD sono certificati in materia ambientale i cantieri di Braila e Tulcea in Romania e Vard Vung Tau in Vietnam.

Investimenti ambientali

Nel 2017 abbiamo investito oltre 9 milioni per la protezione dell'ambiente.
In particolare, la Capogruppo ha impegnato oltre 7 milioni di euro in progetti specifici e innovativi, con l'obiettivo di ridurre l'impatto ambientale della propria attività.

Oltre € 9 mln

per la protezione ambientale

Energia

L'efficienza e il risparmio energetico costituiscono una nostra priorità e ci impegniamo a migliorare progressivamente la nostra performance energetica per ottenere una aggiore efficienza e garantire la sostenibilità delle attività.
Il maggior utilizzo di energia avviene negli stabilimenti produttivi.

La Capogruppo ha istituito una struttura e un processo organizzativo finalizzato alla predisposizione di diagnosi energetiche di sito annuali e all’identificazione di piani di miglioramento mirati al continuo efficientamento delle prestazioni energetiche aziendali.

In linea con l’approccio della Capogruppo anche le società controllate estere hanno avviato iniziative mirate sia alla riduzione dei consumi energetici che all’implementazione di tecnologie più efficienti. In particolare nei siti produttivi statunitensi è stata avviata la sostituzione massiva dei corpi illuminanti con nuovi a tecnologia a LED e sono stati inseriti sistemi di spegnimento automatico degli impianti di ventilazione, aspirazione e condizionamento dell’aria.

Acqua

Monitoriamo il consumo di acqua durante il ciclo produttivo e abbiamo messo in campo delle iniziative che mirano alla promozione di comportamenti virtuosi ed eco sostenibili anche in ufficio, con gesti quotidiani.

Rifiuti

Abbiamo elaborato un'apposita procedura aziendale per la raccolta dei residui di lavorazione e smaltimento rifiuti, che fornisce i criteri da adottare per la rimozione dei materiali e i residui prodotti durante le lavorazioni e le linee guida specifiche riguardanti responsabilità e procedure. Nei siti italiani la percentuale di rifiuti a recupero è pari a circa l'80%.

Per il Gruppo VARD il riciclo dei rifiuti è una priorità, nel 2011 è stato introdotto un regolamento sulla gestione dei rifiuti passando da una percentuale di rifiuti riciclati dal 65% nel 2012 a oltre il 90% nel 2017.

Negli Stati Uniti Fincantieri Marine Group dispone di specifiche politiche e procedure per la gestione dei rifiuti e mira al miglioramento continuo dei processi. Tramite il monitoraggio dei rifiuti prodotti, l'organizzazione è in grado di assicurare che tutti i materiali a recupero vengano raccolti e gestiti in modo corretto, cercando soluzioni innovative per riutilizzare i prodotti di scarto, come ad esempio il legno, per cui il rifiuto riciclato è circa il 40%.

Emissione di gas a effetto serra

Monitoriamo costantemente le nostre emissioni di gas a effetto serra (GHG) con l'obiettivo di perseguire continui miglioramenti in termini di impatto.

Per ridurre le emissioni di anidride carbonica (CO2) a partire dal 2015 abbiamo implementato degli interventi finalizzati alla riduzione delle perdite nelle reti di distribuzione di CO2 (utilizzata nelle attività di saldatura) e abbiamo realizzato punti di alimentazione elettrica a servizio delle navi in costruzione o manutenzione, al fine di contenere le necessità di produzione di energia con gli impianti di bordo.

Impianti similari sono stati avviati anche presso alcuni cantieri norvegesi del Gruppo VARD, molto sensibile a queste tematiche e alla continua ricerca di nuovi metodi per migliorare le pratiche e minimizzare l'impatto delle emissioni derivanti dalle attività industriali.

VARD partecipa sin dal 2008 alla Confederation of Norwegian Enterprises' NOx-Fund, il cui obiettivo primario è ridurre le emissioni di gas a effetto serra.

Approfondimenti

Responsabilità ambientale

Biodiversità