La nostra mission è quella di operare in un quadro di leale concorrenza con onestà, integrità, correttezza e buona fede, nel rispetto dei legittimi interessi di tutti i nostri stakeholder, azionisti, dipendenti, clienti, fornitori, comunità locali.
Questo approccio si colloca all'interno di una più ampia vision aziendale che promuove attivamente la Responsabilità Sociale e una catena di fornitura sostenibile, integrando l'attenzione verso le tematiche sociali e ambientali nelle linee guida strategiche.
I nostri fornitori sono parte integrante di questo approccio e a loro viene chiesto di condividere la nostra Politica Acquisti, che si pone l'obiettivo primario di affermare l'impegno del Gruppo a rafforzare lo sviluppo di relazioni solide e durature con i nostri partner al fine di perseguire un comune obiettivo di sviluppo sostenibile.
Di seguito i cardini della nostra Politica Acquisti:

La consapevolezza della strategicità della catena di fornitura da un lato e la necessità di coordinare un ampio e diversificato network di fornitori dall'altro ci porta quindi a ricercare relazioni di partenariato a lungo termine, caratterizzate da trasparenza, collaborazione e reciproco rispetto.

A tale scopo Fincantieri ha redatto il Codice Etico Fornitori approvato dal Consiglio di Amministrazione di Fincantieri S.p.A., documento attraverso il quale il Gruppo si impegna a trasmettere alla propria catena di fornitura i valori, i principi e le responsabilità sanciti all'interno del proprio Codice di Comportamento, della Carta degli Impegni di Sostenibilità e del Piano di Sostenibilità.


L'obiettivo è quello di sviluppare una catena di fornitura responsabile e sostenibile, definendo le linee guida e i comportamenti che i fornitori devono adottare al fine di perseguire uno sviluppo che integri competitività, sostenibilità ambientale e responsabilità sociale, ispirandosi ai tre pilastri della Sostenibilità:

L'importanza della relazione con i fornitori viene ribadita dal fatto che il nostro prodotto si caratterizza per un alto livello di customizzazione, essendo disegnato e progettato sulle specifiche esigenze del singolo cliente.

Questo comporta una gestione attiva delle strategie di approvvigionamento make or buy per ogni singola fase di sviluppo e realizzazione della commessa navale, in costante sinergia con i nostri patner alla continua ricerca di soluzioni ad alto valore aggiunto.

Relativamente alla cantieristica navale, circa l'80% del valore del prodotto finale viene realizzato con il contributo dei fornitori: noi operiamo di fatto come system integrator, assumendoci la responsabilità del progetto di realizzazione navale nel suo complesso.

È dunque cruciale il coinvolgimento del parco fornitori in merito alle tematiche di sostenibilità, impegno che è stato riconosciuto e premiato dalla prestigiosa organizzazione britannica CDP (Carbon Disclosure Project) attraverso l’assegnazione dello score A nel Supplier Engagement Rating (SER) che valuta l’efficacia con cui le aziende stanno coinvolgendo i propri fornitori nella lotta al cambiamento climatico.

INIZIATIVE PER GESTIRE LA PANDEMIA COVID-19

L’insorgere della pandemia COVID-19, nonostante abbia causato la temporanea sospensione delle attività produttive negli stabilimenti di Fincantieri, non ha danneggiato i rapporti con i fornitori.

Ci siamo impegnati a sostenere la nostra filiera anche dal punto di vista finanziario. Nell’intento di facilitare l’accesso al credito ai nostri fornitori, abbiamo stipulato con alcuni tra i più importanti operatori finanziari italiani una serie di convenzioni di reverse factoring, mettendo a disposizione della filiera la possibilità di monetizzare i crediti vantati verso la Capogruppo e/o le sue principali controllate prima della loro naturale scadenza, a condizioni economiche predefinite.

QUALI OBIETTIVI ABBIAMO SU QUESTO TEMA?

CATENA DI FORNITURA SOSTENIBILE: OBIETTIVI E TARGET PIANO DI SOSTENIBILITÀ 2018-2022

Impegni Obiettivi Descrizione / Target Benefici Status Tempistica

Promozione e sostentamento di una catena di fornitura responsabile, che condivide i nostri valori e si basa su relazioni durevoli fondate su integrità, trasparenza e rispetto

Codice Etico per i fornitori

Redigere un documento contenente un set di regole, principi e comportamenti ispirati al concetto di approvvigionamento sostenibile, conformemente agli standard internazionali e best practice in materia

Sviluppare una catena di fornitura sostenibile con miglioramento del posizionamento sul mercato e dell'immagine.

Garantire la copertura rischi legati alla sostenibilità

 Completato

 

Fincantieri ha redatto il Codice Etico Fornitori, approvato dal Consiglio di Amministrazione di Fincantieri S.p.A., un documento che definisce i valori e i principi di comportamento a cui i fornitori devono fare riferimento e che devono adottare al fine di perseguire uno sviluppo che integri competitività, sostenibilità ambientale e responsabilità sociale, in grado di determinare una partnership di lungo periodo basata su integrità, onestà e reciproca trasparenza.

2019

 

Organizzare momenti di incontro e dialogo con i fornitori nonché di formazione sui temi di sostenibilità

Inviare un questionario informativo sui temi della sostenibilità (e organizzare degli incontri) ai fornitori identificati come prioritari/strategici

 

Invio del questionario al 100% dei fornitori strategici

Aumentare l'engagement con i fornitori al fine di individuare best practice e iniziative comuni sui temi di sostenibilità

 Completato

 

Nel corso del 2019, abbiamo organizzato una prima sessione di sustainability meeting che ha visto la partecipazione di 23 fornitori strategici. La sostenibilità ha guidato lo svolgimento degli incontri, durante i quali sono stati presentati temi quali il Piano di Sostenibilità e relativi obiettivi, con particolare evidenza a quelli riguardanti la catena di fornitura. Inoltre, al fine di aumentare la sensibilità e il coinvolgimento dei partner sui temi sociali e ambientali, nel 2019 è stato inviato un questionario conoscitivo ad un panel di 75 fornitori ritenuti rilevanti, con l’obiettivo di studiarne le azioni e il modello di governance adottati.

2019

 

Evoluzione del percorso di supplier engagement attraverso workshop dedicati alle tematiche di sostenibilità

Organizzare workshop coinvolgendo un panel di fornitori strategici per condividere un percorso di sostenibilità, di formazione e confronto sulle tematiche ESG

 

Almeno 40 fornitori su 200 ritenuti strategici in termini di presenza in Albo Fornitori e volume d'affari sviluppato verso Fincantieri S.p.A.

Condividere e sviluppare iniziative comuni sui temi di sostenibilità. Individuare le best practice esistenti nell'ottica di intraprendere un percorso di crescita condiviso

 Completato

 

Nel corso del 2020 è continuato il nostro percorso di engagement con i fornitori, che ha dato luogo a un workshop da remoto sulle tematiche di sostenibilità e ha visto la partecipazione di 54 fornitori strategici.

2020

 

Implementazione di un action plan per promuovere la diffusione del Codice Etico Fornitori

Definire un action plan per diffondere il Codice Etico Fornitori che si svolgerà nelle seguenti fasi:
2020:

• Avvio della richiesta di adesione al Codice Etico Fornitori ai fornitori di Fincantieri S.p.A.

• Revisione delle checklist di audit di sostenibilità per il recepimento dei criteri relativi al rispetto del Codice Etico Fornitori

2021:

• 1° semestre: Testing su un campione di 5 fornitori auditati mediante checklist di audit di sostenibilità revisionate

• 2° semestre: Monitoraggio dell'adozione e verifica del rispetto del Codice sul 100% dei fornitori auditati

 

100% fornitori attivi di Fincantieri S.p.A.

• Garantire la diffusione dei principi, valori e responsabilità dell'Azienda tramite l'accettazione e adozione del Codice

• Contribuire allo sviluppo di una catena di fornitura responsabile e sostenibile

• Assicurare la copertura dei rischi in ambito Environmental, Social and Governance (ESG) 

 Completato

 

Nel 2020 sono state completate le fasi di richiesta di adesione al documento ai fornitori di Fincantieri S.p.A. e di revisione delle checklist di audit di sostenibilità per il recepimento dei relativi criteri, il cui monitoraggio verrà implementato nel corso del 2021.

2020-2021

 

Avvio del progetto di Sustainable Supply Chain

Avviare un progetto di Sustainable Supply Chain allo scopo di integrare i criteri di sostenibilità nella catena di fornitura e garantire un adeguato presidio dei rischi

 

L'attività sarà suddivisa nelle seguenti fasi:

• Valutazione dei processi sulla base dei criteri ESG in ambito del sistema di qualità e di gestione dei fornitori

• Confronto con i benchmark di mercato

• Identificazione e mappatura dei rischi ESG della catena di fornitura

• Sviluppo di un sistema per la raccolta delle informazioni e mappatura delle certificazioni in ambito ESG

• Definizione dei KPI di monitoraggio dei fornitori anche secondo una logica di sostenibilità

• Individuazione delle aree di azione e predisposizione del piano di miglioramento

 

100% fornitori strategici iscritti all'Albo Fornitori di Fincantieri S.p.A.

• Identificare e gestire i rischi ESG della catena di fornitura

• Monitorare eventuali aspetti critici della catena di fornitura tramite specifici KPI

• Mitigare il rischio reputazionale legato alla gestione della supply chain

• Aumentare il grado di conoscenza del parco fornitori in relazione alle tematiche di sostenibilità 

In lavorazione

2021

 
 

Erogazione di un corso di formazione su sostenibilità e principi di approvvigionamento responsabile ai dipendenti che interagiscono direttamente con i fornitori

 

Sviluppare un modulo formativo e-learning sull'approvvigionamento sostenibile da erogare ai dipendenti che interagiscono direttamente con i fornitori in Italia

 

100% dei buyer italiani

 

Incrementare la consapevolezza e la formazione delle risorse in tema di sostenibilità al fine di migliorare la relazione con i fornitori su queste specifiche tematiche

 

da-avviare Da avviare

2022

 

Diritti umani: obiettivi e target Piano di sostenibilità 2018-2022

Impegni Obiettivi Descrizione / Target Benefici Status Tempistica

Impegno per la creazione delle condizioni socio-economiche atte a garantire il rispetto dei diritti umani in tutta la value chain

Conduzione di audit annuali per valutare e monitorare i fornitori più critici sul rispetto dei diritti umani, della salute e sicurezza e dell'ambiente

Condurre audit annuali presso i fornitori da parte dell'organizzazione (audit di seconda parte) come strumento per una gestione consapevole della catena di fornitura

 

100% dei fornitori di interesse prioritario (120) entro il 2023, di cui almeno 40 all'anno.

Il numero di audit che saranno condotti sarà strettamente legato alla situazione emergenziale dovuta alla pandemia COVID-19

Garantire l'uniformità del livello di conformità ai propri standard e il rispetto di una catena di fornitura sostenibile

 In lavorazione

 

Nel 2020 sono stati svolti 6 audit di sostenibilità presso i fornitori considerati strategici per gli aspetti riguardanti diritti umani, ambiente, salute e sicurezza. Il calo degli audit rispetto all’anno precedente è dovuto alla pandemia COVID-19 e delle conseguenti restrizioni agli spostamenti, impossibilitando il personale a raggiungere le sedi dei fornitori.

2023

Gestione della catena di fornitura di Fincantieri in Italia

Fornitori per categoria merceologica

   VALORE ORDINI EMESSI PER CATEGORIA IN MIGLIAIA DI EURO
CATEGORIA MERCEOLOGICA
2019 2020
Chiavi in mano 1.583.443 1.384.859
Fornitura 1.304.499 1.208.793
Appalti 525.568 431.498
Servizi 556.483 568.219
Investimenti 202.064 131.169
Ingegneria 48.044 33.885
Totale 4.220.101* 3.758.423**

Fornitori per area geografica

  VALORE ORDINI EMESSI PER CATEGORIA IN MIGLIAIA DI EURO
PAESE/AREA GEOGRAFICA 2019 2020
Italia 3.468.099 2.982.972
Resto d'Europa 684.998 682.624
Nord America 40.368 74.131
Asia 22.651 7.870
Oceania 131 1
Sud America 3.824  10.734
Africa 30 91
Totale 4.220.101* 3.758.423**
 
*Valore Intercompany 2019: 409.658 migliaia di euro.
**Valore Intercompany 2020: 462.861 migliaia di euro.
I dati si riferiscono a Fincantieri S.p.A. e alle controllate italiane.

Lo sviluppo, la crescita e l'efficienza della nostra catena di fornitura cominciano proprio nella fase di scouting che si concretizza attraverso la registrazione del fornitore al sistema di e-procurement, Fincantieri Suppliers.
Il rapporto tra il fornitore e la Direzione Procurement di Fincantieri si consolida durante il processo di qualifica, il quale è delineato da una procedura documentata che garantisce a tutti i soggetti coinvolti imparzialità e pari opportunità.
Tale processo, focalizzato sulla valutazione dei fornitori strategici, avviene con una cadenza almeno triennale. Inoltre, il loro monitoraggio è costantemente garantito da diversi presidi che permettono di individuare potenziali aree di debolezza dei fornitori.
In questa direzione, l'Azienda controlla le attività dei fornitori attraverso un approccio gestionale di tipo "life cycle" per rendere minimo l'impatto ambientale e sociale di un prodotto o servizio lungo l'intero ciclo di vita.
In particolare, la sensibilità e il rispetto dell'ambiente sono diffusi lungo tutta la filiera produttiva, con il ricorso crescente a momenti di scambio informativo e documentale con i fornitori.
In tal senso è attiva la raccolta di informazioni ambientali e sociali in fase di prequalifica, come ad esempio il possesso di certificazioni ambientali, di salute e sicurezza sul luogo di lavoro o di responsabilità sociale.

Processo di qualifica e monitoraggio dei fornitori

La gestione e il continuo miglioramento di un parco fornitori affidabile sono fondamentali per raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti sia in termini economici che di sostenibilità.
Il parco fornitori è riconosciuto come un rilevante patrimonio di tutta l'Azienda e come tale va valorizzato e tutelato.
Per questo è stato sviluppato un rigoroso processo di qualifica e monitoraggio delle prestazioni dei fornitori strategici, basato sulla valutazione di aspetti economici, tecnici, reputazionali, sociali e ambientali.
Riteniamo che la selezione di fornitori innovativi e affidabili, disposti a costruire insieme un successo comune, partendo da un alto grado di creazione di valore aggiunto, impegno e flessibilità, sia il requisito essenziale per un rapporto duraturo.

Degli 817 fornitori strategici qualificati a fine 2020, il 94% è stato soggetto ad una valutazione, con i seguenti risultati:

 

- 83% soddisfacenti;
- 16% con qualche gap recuperabile in autonomia;
- 1% con criticità gravi, per i quali è prevista l’adozione di uno specifico piano di miglioramento o la sostituzione.

 

Prevediamo uno stringente processo di monitoraggio delle prestazioni dei fornitori per il mantenimento dello status di "qualificato" e per la tempestiva gestione di eventuali criticità, le quali vengono esaminate in una logica di coinvolgimento trasversale all’interno dell’Osservatorio Fornitori, organo che raccoglie le diverse funzioni e direzioni e che è chiamato ad assumere le decisioni conseguenti. Sia in fase di qualifica che di monitoraggio viene dato rilievo alle tematiche inerenti la salute e la sicurezza, l’ambiente e la tutela dei diritti del lavoro, con specifica attenzione agli aspetti etici e reputazionali dei fornitori.

La valutazione di alcuni aspetti fondamentali quali l'idoneità tecnico-professionale dell'Azienda, la regolarità contributiva e retributiva nei confronti dei dipendenti, l'esistenza di una struttura dedicata alla sicurezza del lavoro, avviene sia durante la raccolta documentale di pre-qualifica che in quella di visita di qualità presso la sede del fornitore, oltre che in fase di ingresso nei nostri stabilimenti.
L'Azienda fa inoltre dell'integrità del business e degli aspetti etici e reputazionali ad esso connessi una linea guida costante, operando in un quadro di concorrenza leale con onestà e correttezza e, nel rispetto dei legittimi interessi di tutti gli attori coinvolti.

Al riguardo, Fincantieri, consapevole che la reputazione aziendale è un asset strategico da valorizzare e proteggere anche al fine di non compromettere la fiducia dei propri stakeholder, mediante una strategia risk intelligence based si assicura, sia nella fase di qualifica che nella fase di riqualifica, che la propria catena di fornitura strategica tenda alla più ampia compliance in materia di anti-riciclaggio, counter-terrorism, anticorruzione e sanzioni in ambito internazionale.
In tale ambito, qualora Fincantieri rilevi livelli di rischio che lo richiedono e al fine di valutare una loro possibile mitigazione, attiva verifiche supplementari rafforzate e, eventualmente, piani di monitoraggio continuativo.
Inoltre, nell'intento di prevenire ogni possibile infiltrazione della criminalità organizzata nella fase di aggiudicazione degli appalti, negli investimenti e nell'esercizio delle attività produttive, il Gruppo ha provveduto a stabilire una cooperazione rafforzata con le Prefetture territorialmente competenti stipulando Protocolli di Legalità e di Trasparenza, unificati dal 2017 in un Protocollo nazionale.
A tutti i livelli della catena di fornitura viene inoltre chiesto di condividere questo approccio e operare nelle relazioni commerciali secondo principi di legalità, trasparenza e correttezza.

Gestione della catena di fornitura di Fincantieri Marine Group

All’interno di Fincantieri Marine Group, la società Fincantieri Marinette Marine (FMM) ha come principale cliente il Governo statunitense, il quale richiede forniture di beni e servizi di alta qualità, elevate performance, eseguite da fornitori con comprovata esperienza. La società, nella scelta dei propri fornitori, supporta le piccole e medie imprese, in particolare quelle gestite da donne, da individui svantaggiati economicamente e socialmente, da veterani, e le imprese che rientrano nel programma Historically Underutilized Business zone (HUB zones).

 

Nel 2020, 834 fornitori hanno ricevuto un ordine d’acquisto da FMG, dei quali la quasi totalità (98%) si trova negli Stati Uniti.

 

Il processo di acquisto è definito attraverso diverse procedure che descrivono tutte le fasi che devono essere seguite per emettere un ordine d'acquisto secondo le esigenze di FMM. I fornitori sono selezionati in base a diversi criteri, ad iniziare dalla loro esperienza nel settore marino e dal rispetto della legge americana sia in campo sociale che ambientale; altri fattori aggiuntivi che vengono considerati sono: spesa stimata, frequenza di acquisto, dimensione, posizione, raccomandazioni dell’armatore, non conformità registrate, ecc..

 

Per i fornitori che lavorano all'interno dei nostri stabilimenti, è previsto un corso di orientamento al fine di verificare che essi rispettino determinati requisiti assicurativi, svolgano corsi di formazione per la sicurezza in cantiere e siano noti i corretti punti di contatto all'interno dell'Azienda in modo da garantire un adeguato flusso comunicativo.

FORNITORI PER CATEGORIA MERCEOLOGICA

 

VALORE ORDINI EMESSI PER CATEGORIA IN MIGLIAIA DI EURO

CATEGORIA MERCEOLOGICA

2019

2020

Chiavi in mano

102.146

32.150

Fornitura

188.285

173.619

Appalti

75.609

46.863

Servizi

12.566

15.310

Investimenti

1.329

23.071

Ingegneria

20.838

86.005

Totale

400.773

377.017

FORNITORI PER AREA GEOGRAFICA

 

VALORE ORDINI EMESSI PER PAESE/AREA IN MIGLIAIA DI EURO

PAESE/AREA GEOGRAFICA

2019

2020

Italia

0

0

Resto d'Europa

12.381

4.106

Nord America

388.233

372.911

Asia

159

0

Oceania

0

0

Sud America

0

0

Africa

0

0

Totale

400.773

377.017



I dati si riferiscono a Fincantieri Marine Group.

Gestione della catena di fornitura del gruppo Vard

Circa il 54% del valore degli ordini del gruppo VARD riguarda fornitori norvegesi e il 43% fornitori localizzati in altri Paesi europei. Il restante 3% è distribuito tra Sud America e Asia.
I criteri di selezione usati si basano sulla maker list, ma anche sulla storia delle forniture e su precedenti esperienze d’acquisto.

La gestione degli acquisti è demandata alla sede centrale di Alesund, mentre i piani di acquisto vengono gestiti dai procurement team dei vari cantieri.
Nella fase di selezione dei fornitori sono considerati requisiti preferenziali il possesso delle certificazioni riguardanti la salute e sicurezza, l’anticorruzione e l’ambiente.
Le attività di audit vengono effettuate periodicamente, tramite i responsabili salute, sicurezza, ambiente e qualità (HSEQ) di cantiere accompagnati dalla funzione acquisti centrale sul rispetto dei requisiti contrattuali sottoscritti nell’ambito delle commesse. Nel 2020 sono stati effettuati 13 audit presso i fornitori di cui 8 basati su criteri ambientali e sociali effettuati da VARD Vung Tau, società in possesso della certificazione SA 8000; nessuno ha ricevuto esito negativo.

FORNITORI PER CATEGORIA MERCEOLOGICA

 

VALORE ORDINI EMESSI PER CATEGORIA IN MIGLIAIA DI EURO

CATEGORIA MERCEOLOGICA

2019

2020

Chiavi in mano

570.944

410.410

Fornitura

389.744

285.174

Appalti

145.730

 75.726

Servizi

147.744

97.839

Investimenti

7.532

14.296

Ingegneria

66.730

35.901

Totale

1.328.424*

919.346**

FORNITORI PER AREA GEOGRAFICA

 

VALORE ORDINI EMESSI PER PAESE/AREA IN MIGLIAIA DI EURO

PAESE/AREA GEOGRAFICA

2019

2020

Norvegia

794.031

494.554

Resto d'Europa

430.664

 392.995

Nord America

6.277

 728

Asia

88.197

28.174

Oceania

292

41

Sud America

8.963

2.853

Africa

0

0

Totale

1.328.424*

 919.346 **

 

*Valore Intercompany gruppo VARD 2019: stimato in circa 518.900 migliaia di euro.
**Valore Intercompany gruppo VARD 2020: stimato in circa 384.275 migliaia di euro.
I dati si riferiscono al gruppo VARD.

Approfondimenti

Responsabilità economica

Valore economico per gli stakeholder

Il Ponte per Genova

Il nostro approccio fiscale

Indotto economico

Modello di Business

Suppliers