La nostra mission è quella di operare in un quadro di leale concorrenza con onestà, integrità, correttezza e buona fede, nel rispetto dei legittimi interessi di tutti i nostri stakeholder, azionisti, dipendenti, clienti, fornitori, comunità locali.
Questo approccio si colloca all'interno di una più ampia vision aziendale che promuove attivamente la Responsabilità Sociale e una catena di fornitura sostenibile, integrando l'attenzione verso le tematiche sociali e ambientali nelle linee guida strategiche.
I nostri fornitori sono parte integrante di questo approccio e a loro viene chiesto di condividere la nostra Politica Acquisti, che si pone l'obiettivo primario di affermare l'impegno del Gruppo a rafforzare lo sviluppo di relazioni solide e durature con i nostri partner al fine di perseguire un comune obiettivo di sviluppo sostenibile.
Di seguito i cardini della nostra Politica Acquisti:

L'importanza della relazione con i nostri partner viene ribadita dal fatto che il nostro prodotto si caratterizza per un alto livello di customizzazione, essendo disegnato e progettato sulle specifiche esigenze del singolo cliente.
Questo comporta una gestione attiva delle strategie di approvvigionamento make or buy per ogni singola fase di sviluppo e realizzazione della commessa navale, in costante sinergia con i nostri fornitori alla continua ricerca di soluzioni ad alto valore aggiunto.

Circa l'80% del valore del prodotto finale viene realizzato con il contributo dei fornitori e noi operiamo di fatto come system integrator, assumendoci la responsabilità del progetto di realizzazione navale nel suo complesso.
La consapevolezza della strategicità della catena di fornitura da un lato e la necessità di coordinare un ampio e diversificato network di fornitori dall'altro ci porta quindi a ricercare relazioni di partenariato a lungo termine, caratterizzate da trasparenza, collaborazione e reciproco rispetto.

QUALI OBIETTIVI ABBIAMO SU QUESTO TEMA?

Pratiche di approvvigionamento: obiettivi e target Piano di sostenibilità 2018-2022

Impegni Obiettivi Descrizione / Target Benefici Tempistica

Promozione di una catena di fornitura responsabile e Sostenibile grazie a relazioni durevoli basate su integrità, trasparenza e rispetto

Codice Etico per i fornitori

Redigere un documento contenente un set di regole, principi e comportamenti ispirati al concetto di approvvigionamento sostenibile, conformemente agli standard internazionali e best practicein materia

Sviluppare una catena di fornitura sostenibile con miglioramento del posizionamento sul mercato e dell'immagine.

Garantire la copertura rischi legati alla sostenibilità

2019

 

Organizzare momenti di incontro e dialogo con i fornitori nonché di formazione sui temi di sostenibilità

Inviare un questionario informativo sui temi della sostenibilità (e organizzare degli incontri) ai fornitori identificati come prioritari/strategici

 

Invio del questionario al 100% dei fornitori strategici

Aumentare l'engagement con i fornitori al fine di individuare best practice e iniziative comuni sui temi di sostenibilità

2019

 

Erogare un corso di formazione su sostenibilità e principi di approvvigionamento responsabile ai dipendenti che interagiscono direttamente con i fornitori

Sviluppare un modulo formativo e-learning sull'approvvigionamento sostenibile da erogare ai dipendenti che interagiscono direttamente con i fornitori in Italia

 

100% dei buyer

Incrementare la consapevolezza e la formazione delle risorse in tema di sostenibilità al fine di migliorare la relazione con i fornitori su queste specifiche tematiche

2022

Diritti umani: obiettivi e target Piano di sostenibilità 2018-2022

Impegni Obiettivi Descrizione / Target Benefici Tempistica

Rispetto dei diritti umani adottando politiche e creando programmi volti a favorire la diversità e inclusività all'interno del Gruppo

Audit annuali per valutare e monitorare i fornitori più critici sul rispetto dei diritti umani, della salute e sicurezza e dell'ambiente (Audit di Seconda Parte)

Realizzare audit annuali, quali strumento per una gestione consapevole della catena di fornitura


35 audit all'anno

Garantire l'uniformità del livello di conformità ai propri standard e il rispetto di una catena di fornitura sostenibile

2019

Gestione della catena di fornitura di Fincantieri in Italia

Fornitori per categoria merceologica

  NUMERO FORNITORI  VALORE ORDINI EMESSI PER CATEGORIA IN MIGLIAIA DI EURO
CATEGORIA MERCEOLOGICA
2017 2018 2017 2018
Chiavi in mano 391 300 2.754.114 1.663.864
Fornitura 2.940 2.524 1.264.615 1.334.825
Appalti 294 331 402.096 439.691
Servizi 1.522 2.324 337.227 425.427
Investimenti 364 333 71.816 183.488
Ingegneria 113 64 35.851 38.610
Totale 5.624 5.876 4.865.719* 4.085.905**

Fornitori per area geografica

  NUMERO FORNITORI VALORE ORDINI EMESSI PER CATEGORIA IN MIGLIAIA DI EURO
PAESE/AREA GEOGRAFICA 2017 2018 2017 2018
Italia 4.869 4.965 4.156.268 3.257.747
Resto d'Europa 624 826 637.697 697.283
Nord America 92 25 56.098 786
Asia 30 40 12.914 2.075
Oceania 5 7 2.251 127.996
Sud America 2 8 376 4
Africa 2 5 115 14
Totale 5.624 5.876 4.865.719* 4.085.905**
 
* Valore infragruppo 2017: 469.245 migliaia di euro.
** Valore infragruppo 2018: 415.169 migliaia di euro.
I dati si riferiscono a Fincantieri S.p.A. e alle controllate italiane.

Lo sviluppo, la crescita e l'efficienza della nostra catena di fornitura cominciano proprio nella fase di selezione del fornitore che deve avvenire secondo una procedura documentata che garantisca a tutti i soggetti coinvolti imparzialità e pari opportunità.
Fincantieri S.p.A. monitora, inoltre, la catena di fornitura con un approccio gestionale di tipo life cycle per rendere minimo l'impatto ambientale e sociale di un prodotto o servizio lungo l'intero ciclo di vita.
In particolare, la sensibilità e il rispetto dell'ambiente è diffuso lungo tutta la filiera produttiva, con il ricorso crescente a momenti di scambio informativo e documentale con i fornitori.
In tal senso è attiva la raccolta di informazioni ambientali in fase di pre-qualifica e l'invio di questionari periodici per monitorare iniziative e strategie di impatto ambientale da parte del parco fornitori.

Processo di qualifica e monitoraggio dei fornitori

La gestione e il continuo miglioramento di un parco fornitori affidabile è fondamentale per raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti sia in termini economici che di sostenibilità.
Il parco fornitori è riconosciuto come un rilevante patrimonio di tutta l'Azienda e come tale va valorizzato e tutelato.
Per questo è stato sviluppato un rigoroso processo di qualifica e monitoraggio delle prestazioni dei fornitori strategici, basato sulla valutazione di aspetti economici, tecnici, reputazionali, sociali e ambientali.
Riteniamo che la selezione di fornitori innovativi e affidabili, disposti a costruire insieme un successo comune, partendo da un alto grado di creazione di valore aggiunto, impegno e flessibilità, sia il requisito essenziale per un rapporto duraturo.

Degli 744 fornitori strategici qualificati a fine 2018, il 96% è stato soggetto ad una valutazione, con i seguenti risultati:

 

- 91% soddisfacenti;
- 8% con qualche gap comunque recuperabile in autonomia;
- 1% con criticità gravi, per i quali si prevede un piano di miglioramento o la sostituzione.

 

Prevediamo uno stringente processo di monitoraggio delle prestazioni dei fornitori per il mantenimento dello status di "qualificato" e per la tempestiva gestione di eventuali criticità.
A tal fine è stato implementato un sistema di valutazione continua delle prestazioni (al quale partecipano tutte le funzioni aziendali interessate) al fine di garantire nel tempo il rispetto degli standard richiesti.

Sia in fase di qualifica che di monitoraggio viene mantenuta un'attenzione specifica alle tematiche inerenti la sicurezza e la tutela del lavoro.
Questi valori sono infatti considerati irrinunciabili per tutto il Gruppo e costituiscono una priorità in tutte le scelte aziendali, comprese quelle relative al parco fornitori.
La valutazione di alcuni aspetti fondamentali quali l'idoneità tecnico-professionale dell'Azienda, la regolarità contributiva e retributiva nei confronti dei dipendenti, l'esistenza di una struttura dedicata alla sicurezza del lavoro, avviene sia durante la raccolta documentale di pre-qualifica che in quella di visita di qualità presso la sede del fornitore, oltre che in fase di ingresso nei nostri stabilimenti.
L'Azienda fa inoltre dell'integrità del business e degli aspetti etici e reputazionali ad esso connessi una linea guida costante, operando in un quadro di concorrenza leale con onestà e correttezza e, nel rispetto dei legittimi interessi di tutti gli attori coinvolti.


Al riguardo, Fincantieri, consapevole che la reputazione aziendale è un asset strategico da valorizzare e proteggere anche al fine di non compromettere la fiducia dei propri stakeholder, si assicura mediante una strategia risk intelligence based che la propria catena di fornitura tenda alla più ampia compliance in materia di anti-riciclaggio, counter-terrorism, anticorruzione e sanzioni in ambito internazionale.
Inoltre, nell'intento di prevenire ogni possibile infiltrazione della criminalità organizzata nella fase di aggiudicazione degli appalti, negli investimenti e nell'esercizio delle attività produttive, il Gruppo ha provveduto a stabilire una cooperazione rafforzata con le Prefetture territorialmente competenti stipulando Protocolli di Legalità e di Trasparenza, unificati dal 2017 in un Protocollo nazionale.
A tutti i livelli della catena di fornitura viene inoltre chiesto di condividere questo approccio e operare nelle relazioni commerciali secondo principi di legalità, trasparenza e correttezza.
Il nostro obiettivo è di avere partner stabili e pienamente integrati nella nostra vision in modo di avere una catena di fornitura solida e sostenibile a tutti i livelli.

Gestione della catena di fornitura di Fincantieri Marine Group

Il Governo statunitense è il principale cliente di Fincantieri Marine Marinette (FMM) e richiede forniture di beni e servizi di alta qualità, elevate performance, eseguite da fornitori con comprovata esperienza. La società, nella scelta dei propri fornitori, supporta le piccole e medie imprese, in particolare quelle gestite da donne, da individui svantaggiati economicamente e socialmente, da veterani, e le imprese che rientrano nel programma Historically Underutilized Business zone (HUB zones).

 

Nel 2018, 889 fornitori hanno ricevuto un ordine d'acquisto da FMM, quasi il 100% si trova negli Stati Uniti, di cui quasi il 30% nel Wisconsin e oltre il 61% sono piccole imprese.

 

Il processo di acquisto è definito attraverso diverse procedure che descrivono tutte le fasi che devono essere seguite per emettere un ordine d'acquisto secondo le esigenze di FMM. I fornitori sono selezionati in base a diversi criteri, ad iniziare dalla loro esperienza nel settore marino e al rispetto della legge americana sia in campo sociale che ambientale.

 

Per i fornitori che lavorano all'interno dei nostri stabilimenti, è previsto un corso di orientamento al fine di verificare che essi rispettino determinati requisiti assicurativi, svolgano corsi di formazione per la sicurezza in cantiere e siano noti i corretti punti di contatto all'interno dell'azienda in modo da garantire un adeguato flusso comunicativo.

FORNITORI PER CATEGORIA MERCEOLOGICA

  2018
CATEGORIA MERCEOLOGICA NUMERO FORNITORI VALORE ORDINI EMESSI PER CATEGORIA IN MIGLIAIA DI EURO
Chiavi in mano 61 37.811
Fornitura 518 80.004
Appalti 194 53.656
Servizi 70 2.449
Investimenti 28 4.614
Ingegneria 18 1.555
Totale 889 180.089

FORNITORI PER AREA GEOGRAFICA

  2018
PAESE/AREA GEOGRAFICA NUMERO FORNITORI VALORE ORDINI EMESSI PER PAESE/AREA IN MIGLIAIA DI EURO
Italia 0

0

Resto d'Europa 8

644

Nord America 880

179.430

Asia 1

15

Oceania 0

0

Sud America 0

0

Africa 0

0

Totale 889

180.089

 

I dati si riferiscono a Fincantieri Marine Group.

Gestione della catena di fornitura del gruppo Vard

Circa il 29% dei fornitori di gruppo VARD sono localizzati in Norvegia e un altro 49% nel resto d’Europa. Il rimanente 22% è distribuito prevalentemente tra Sud America e Asia.
I criteri di selezione usati si basano sulla maker list, ma anche sulla storia delle forniture e su precedenti esperienze d’acquisto.

Nella fase di selezione dei fornitori sono considerati requisiti preferenziali il possesso delle certificazioni riguardanti la salute e sicurezza, l’anticorruzione e l’ambiente.
La gestione degli acquisti è demandata alla sede centrale di Alesund, mentre i piani di acquisto vengono gestiti dai procurement team dei vari cantieri.

FORNITORI PER CATEGORIA MERCEOLOGICA

  2018
CATEGORIA MERCEOLOGICA NUMERO
FORNITORI
VALORE ORDINI EMESSI PER CATEGORIA IN MIGLIAIA DI EURO
Chiavi in mano 262 546.680
Fornitura 3.384 451.644
Appalti 318 155.532
Servizi 2.476 122.754
Investimenti 148 14.273
Ingegneria 69 62.381
Totale 6.657 1.353.263*

FORNITORI PER AREA GEOGRAFICA

  2018
PAESE/AREA GEOGRAFICA NUMERO
FORNITORI
VALORE ORDINI EMESSI PER PAESE/AREA IN MIGLIAIA DI EURO
Norvegia 1.940

632.229

Resto d'Europa 3.272

604.898

Nord America 17

4.002

Asia 408

73.967

Oceania 7

129

Sud America 1.013

38.038

Africa 0

0

Totale 6.657 1.353.263*

 

* Valore infragruppo gruppo VARD 2018: stimato in circa 427.600 migliaia di euro.
I dati si riferiscono al gruppo VARD.

Approfondimenti

Responsabilità economica

Valore economico per gli stakeholder

Il nostro approccio fiscale

Indotto economico

Modello di Business

Suppliers